Controindicazioni

L’olio dell’albero del tè, come qualsiasi altro olio essenziale, non deve essere ingerito né utilizzato per uso interno. È inoltre da evitare il contatto con gli occhi.

Non utilizzare in caso di allergia alla Melaleuca alternifolia o a qualsiasi dei suoi componenti, come l’eucalipto. Non deve essere utilizzato nemmeno in caso di allergia a qualsiasi altra specie della sua famiglia, le Myrtaceae.

Questo olio essenziale deve essere utilizzato con la massima attenzione su donne incinte e lattanti, così come su neonati e bambini piccoli, e non deve mai essere applicato senza essere prima diluito. Mostrare attenzione estrema nel caso in cui si stesse seguendo un trattamento medico, in quanto potrebbe inibire l’assorbimento di alcuni farmaci.

L’albero del tè non dovrebbe essere utilizzato sui gatti, in quanto per questi ultimi potrebbe risultare tossico. È possibile utilizzarlo su tutti gli altri animali, nonostante debba essere sempre diluito e applicato con la massima precauzione sugli animali dalle dimensioni ridotte.

È altamente sconsigliato utilizzare oli essenziali di scarsa qualità con fini terapeutici, in quanto è molto probabile che questi provochino reazioni indesiderate.

Effetti collaterali

Sebbene l’applicazione topica dell’albero del tè generalmente non comporti effetti collaterali, potrebbero presentarsi dei casi di sensibilità ad alcune componenti. Le reazioni possono spaziare da una lieve infiammazione fino ad eruzioni cutanee severe.

Si raccomanda pertanto di effettuare sempre un test di sensibilizzazione prima dell’utilizzo. Consiste nell’applicare un paio di gocce di olio essenziale puro sul polso, coprire e lasciare agire per un’ora. Se in questo arco di tempo si prova un qualsiasi tipo di pizzicore o la pelle inizia a irritarsi, sciacquare immediatamente con acqua fredda.

L’utilizzo dell’olio dell’albero del tè per via interna potrebbe provocare sintomi di intossicazione come: dolori addominali, diarrea, stato confusionale, mancanza di coordinazione e persino il coma nei casi più estremi.